Asessualità: quando l’amore deve rientrare in certi “canoni”

Era qualche anno che non succedeva. Almeno non in un articolo di giornale. Ma anche questa volta le persone asessuali sono accusate, nuovamente, di voler l’umanità all’estinzione. Lo dice un articolo di Karen Rubin, pubblicato sul sito de “il Giornale”, intitolato: La normalità dell’istinto di sparizione.

Ma non vi preoccupate! La lista è lunga!

Questa volta però non siamo soli! Vengono accusate dello stesso “delitto” le persone Lgbtqia che vogliono adottare bambini e un gruppo di persone che adottano la dieta del respirianesimo. In un tripudio di luoghi comuni e idee conservatrici l’articolo esprime, con la solita petulanza tipica di chi convoca la “sacra scienza” a spiegazione di tutto, che non è naturale che due persone dello stesso sesso abbiano un figlio. ” per generare un figlio è necessario coesistano due gameti di sesso diverso.” Scrive il giornalista in maniera piccata ergo, secondo la sua opinione, non possono esistere due genitori dello stesso sesso.

Il ruolo sociale di genitore che una persona può assumere? Un concetto sdoganato e superficiale per Keren Rubin. Quanto a tutti quei genitori in coppie composte da un uomo e una donna e che abbandonano i loro bambinu, che rifiutano il loro ruolo genitoriale e che producano prole solo per adempiere ad un obbligo sociale… Beh, su quello si che si stende un velo pietoso. Tutto viene condonato se si appartiene ad un ambito eteronormativo.

L’altra categoria messa in luce sono le persone che seguono la dieta del respirianesimo. Su questo non mi esprimo, tranne per un aspetto: Mettere delle tematiche LGBT+ alla stesso livello di una dieta ancora non accertata sembra di fatto una forzatura.

Ed infine, ecco le persone asessuali!

Sembra che l’idea di una coppia che non si accoppia rechi turbamento a più di una persona. Non viene accettato che esistano delle realtà che non fanno parte della coppia romantica-sessuale , in cui i partecipanti siano assetati l’uno dell’altro. Tutto ciò dovrebbe, secondo il giornalista, portare all’estinzione della razza umana. Si dimentica però che molte persone asessuali desiderano avere figli e non disdegnano una  grande famiglia.

Anche gli asessuali rivendicano una loro verità.” Scrive Rubin nel suo articolo. Le persone asessuali però non rivendicano solo “una loro verità” ma un posto nella comunità LGBT+ e il riconoscimento in un mondo che ancora pensa che non possa esistere una coppia in cui il sesso non è il fattore fondamentale.

Thuban