#CantEraseUs. E dalla pagina spariscono gli asex
Secondo quanto riportato da queery.com, l’amministrazione Trump avrebbe cancellato l’inclusione, prevista da Obama, dell’identità sessuale e di genere nel censimento 2020. La questione non è di poco conto: dai dati del censimento vengono stanziati i fondi per il welfare e per i servizi pubblici, e sapere quante persone LGBT+ vivono ...
Leggi Tutto
Cosa non è l'asessualità
Da quando ho iniziato a definirmi asessuale – è successo di recente anche perché si è cominciato a parlare dell’argomento relativamente pochi anni fa – mi viene chiesto cosa sia questa asessualità. L’asessualità è un orientamento sessuale che prevede la mancanza di attrazione sessuale verso tutti i generi. Bastano poche ...
Leggi Tutto
A Treviso, autismo e teorie riparative, con "i soliti" Amato e Di Tolve.
Parte delle persone autistiche, con una maggioranza di genere femminile, si identifica come asessuale. Riportiamo il comunicato dell’Associazione Lieviti sull’organizzazione di un allarmante evento che si terrà a Treviso. Non ci sono ulteriori commenti da fare, oltre a quelli presenti nel comunicato. Ci è stato segnalato questo evento  organizzato da ...
Leggi Tutto
Il contadino, la mamma, e i giornalisti da avanspettacolo
Sui giornali, si leggono storie che non si sa se il fatto di essere vere o inventate, le renda più o meno squallide. Su “Ciociaria Oggi”, ripresa poi dal “Giornale”, appare questo articolo a data sette marzo millenovecentocinquant… duemiladiciassette: “Nozze con sorpresona: lei, brasiliana prorompente, in realtà è un “lui” ...
Leggi Tutto
Mario Adinolfi è una merda
Altre Notizie, Informazione / /
Non credo che esista persona anche solo vagamente simpatizzante per la causa LGBT+, che consideri Mario Adinolfi qualcosa in più di una merda. È omofobo, volgare, razzista. Distorce la verità o, spesso, la inventa. Gode per le ingiustizie subite dagli altri, e dietro a un sottile paravento di cattolicesimo, nasconde ...
Leggi Tutto
I balletti verdi della "Iena" Filippo Roma
Nel moralissimo 1960, nella moralissima città di Brescia, allora “Leonessa d’Italia”, città, come si diceva “operosa”, scoppia, tramite il “Giornale di Brescia”, uno scandalo che riguardava un gruppo di una cinquantina di omosessuali che si incontravano ad alcune feste in una cascina fuori città. Era, nel moralissimo 1960, nell’operosa e ...
Leggi Tutto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi