I diritti civili aumentano il Pil? - carrodibuoi.it

I diritti civili aumentano il Pil?

Chi lo dice che “con i diritti non si mangia”? Secondo uno studio recentemente pubblicato e ripreso in un articolo dalla storica rivista di area Lgbtqia statunitense The Advocate, ci sarebbe una connessione tra maggiori diritti per la comunità Lgbtqia e maggiore crescita economica nel Paese dove questi diritti sono stati ottenuti.

Un primo elemento riguarda il fatto che, con la crescita dell’economia nazionale, e nel caso in cui i frutti di questa crescita siano distribuiti più o meno equamente nella popolazione, le persone iniziano a sentirsi più sicure, meno minacciate e, di conseguenza, più aperte alle differenze.

Ma i legami tra la crescita dell’economia e i diritti Lgbtqia+ non finirebbero qui.

Ricerche fatte in tutto il mondo, infatti, mostrano che se le persone Lgbtqia sono soggette a discriminazione nell’educazione e sul lavoro, si verrà a ridurre la loro capacità di contribuire all’economia. Inoltre, le violenze subite fanno ovviamente peggiorare la salute delle persone soggette. E il loro contributo va ancora a diminuire.

Secondo quello che lo studio ha scoperto in 120 Paesi, il PIL è più alto dove i diritti Lgbtqia sono più forti.

Ma quanto, allora, una politica più inclusiva verso le persone Lgbtqia aumenta il Prodotto Interno Lordo del proprio Paese? Secondo gli autori, aumentare lo status delle persone Lgbtqia di un diritto, farebbe crescere, negli anni, il PIL pro capite di circa 1.700 dollari.

Ciò deve essere fatto sia dal punto di vista della pubblica opinione, dove le persone hanno un atteggiamento più inclusivo verso questa minoranza, è più facile ottenere diritti. Sia dal punto di vista legale, quando si hanno più diritti, è più facile ottenere inclusività.

L’Italia ha un Global Acceptance Index, per il periodo 2009-2013 di 4,77 Un valore di poco superiore a quello di Brasile (4,76), Portogallo (4,74) e Repubblica Ceca (4,72), ed inferiore a Namibia (4,79), Cile (4,83) e Stati Uniti (4,90).

Lo studio è stato condotto da M. V. Lee Badgett professore di Economia alla University of Massachusetts, Amherst, Andrew Flores analista politico al Mills College ed Andrew Park ex International Program Director al Williams Institute, presso il quale collaborano anche gli altri due autori.